dormir, dormire…

Vi ricordate Amleto? Dormir, dormire… forse anche sognare, l’impedimento è qui.

Ma nel libro di Watson, Before I go to sleep (“Non ti addormentare”, Piemme 2012), il problema della protagonista è proprio che il sonno cancella tutti i ricordi, e ogni giorno ricomincia da capo, nuovo, ma diverso, perché la memoria gioca brutti scherzi. A volte la protagonista si sveglia sentendosi ventenne, a volte bambina. Invece ha quarantasette anni, è sposata, ed ha avuto un brutto incidente che ne ha danneggiato appunto la capacità mnemonica, sia a breve che a lungo raggio. Così, ogni giorno si ricomincia da zero, ricostruendo faticosamente la propria identità. E, sentite, è una grande idea per un romanzo di suspense come questo, ed è una ottima chiave narrativa, per la ricostruzione dell’identità di un personaggio, ma è anche una fantastica metafora per la distruzione sistematica della memoria come bene collettivo e sociale e come temporalità storica al di fuori della quale, proprio come ammoniva Platone nel Timeo, non c’è che la catastrofe.

Un po’ riduttivo definire “thriller” un romanzo che ti avvince sì per l’atmosfera claustrofobica, minacciosa, ma soprattutto per la scrittura prosciugata, paratattica, propria di una persona che sta riordinando a poco a poco i ricordi, rimette insieme il puzzle della vita attraverso frammenti di scene, di situazioni più che di avvenimenti, di dialoghi sparsi, di volti senza nome.

Si tratta di un ottimo esordio per un signore di mezz’età che ha lavorato nel servizio sanitario inglese e ha scritto questo libro dopo aver frequentato un corso di scrittura.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: