libertà va cercando

ch’è si cara come sa chi per lei vita rifiuta.

Parole dantesche alquanto azzeccate anche nella Londra della comunità letteraria che ospita, alla Fiera del Libro, la Cina.

Immagino che quando si invita un paese dove domina una dittatura sia necessario adeguarsi. Gli scrittori e gli intellettuali della delegazione sono attentamente vagliati, e non resta all’ospite che adeguarsi. Così, da queste parti non si potrà ascoltare il premio Nobel Liu Xiahobo, che pure ha all’attivo due libri. Né sono stati invitati dissidenti che pure vivono in esilio in Inghilterra.

Ma sapete, il titolo della sezione non è “la letteratura cinese contemporanea tra censura e libertà”. Il titolo è “Market focus”, e ho detto tutto. Prima ancora di Dante si diceva che “pecunia non olet”, figuriamoci se guarda in faccia a qualcuno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: