rigenerazione

Leggo che il presidente Napolitano auspica una “rigenerazione politica”. Termine impegnativo, quello usato dal presidente, e dato che Napolitano è uomo colto, preparato, e sa centellinare i termini, se si è disturbato a tirare fuori addirittura la “rigenerazione”, significa che siamo al punto di aspettarci persino un intervento soprannaturale, per una “nuova creazione”.

D’altronde, con tutto quel che è successo (e continua a succedere) sotto i nostri occhi attoniti, per la nostra interminabile e poco recepita indignazione, sembra proprio che non si tratti di ri-generazione come nuova “generazione” di giovani preparati e non compromessi, perché forse quella generazione deve ancora nascere, deve ancora formarsi in un clima di reale meritocrazia e non di cooptazione o di familismo come ancora è di prassi.

E poi, con quel che si è visto, anche il calcio avrebbe bisogno di una rigenerazione. Forse tutta la società italiana, malata di arrivismo, narcisismo e arroganza, avrebbe bisogno di una terapia collettiva, una vera rigenerazione per tornare a essere società nella convivenza civile, comprensiva e altruista, nel rispetto fiducioso delle regole e soprattutto delle persone.

 

Annunci
1 commento
  1. Sinceramente non mi pare ci siano i presupposti per una rigenerazione. Continiuamo a riscaldare gli avanzi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: