crociera

Immagino che in tanti decidano di partire in crociera, benché una mastodontica nave sia ancora mollemente sdraiata a poche miglia dall’isola del Giglio, la famosa Costa naufragata per, usiamo un eufemismo, imperizia.

A questi amanti delle navi di lusso alte come grattacieli, hotel a cinque stelle ambulanti per il mare, consiglio la lettura di David Forster Wallace: Una cosa divertente che non farò mai più, appena ripubblicato da Minimum Fax, a distanza di 14 anni.

Si tratta di un reportage compiuto dallo scrittore americano su una nave da crociera, una di quelle extralusso che portano migliaia di turisti a zonzo su mari visti da diverse centinaia di altezza, e che promettono – e mantengono – di viziare i propri clienti con divertimento, cibo, relax, cura persino ossessiva di ogni particolare, a partire dalla maniacale pulizia della cabina, che, per quanto Wallace si sforzi di insudiciare, appena l’indolente scrittore si allontana per mezz’ora, è resa di nuovo immacolata da una cameriera invisibile, solertissima e discretissima.

Ironico, certamente, e acutamente critico nel descrivere questo genere di vacanza che vanta un marketing fortissimo e vincente, Wallace non esita a paragonare gli imbarchi alle emigrazioni o le deportazioni di massa, e l’esposizione dei corpi di mezz’età a una visione tanatologica, e più che il divertimento emerge costantemente la disperazione di far parte di un gruppo umano capronesco, di non poter sfuggire, pur sforzandosi in un comportamento diverso, alla “sostanziale e sgradevole americanità”. Che potrebbe essere italianità, se Wallace fosse stato italiano, perché a chi non è mai capitato di sentirsi estraneo al gruppo di connazionali che applaudono quando l’aereo atterra, o urlano nel ristorante francese dove tutti sussurrano, e insistono a parlare italiano in un bazaar mediorientale, e se il venditore fa garbatamente notare che non capisce, alzano la voce, come se quel poveretto fosse sordo?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: