clint on clint

Che strano. Ogni volta che in un’intervista chiedono a Clint Eastwood quanto deve a Sergio Leone, lui risponde che è un’esperienza lontanissima, e che il debito è minimo.

Ma alla Convention Repubblicana, per introdurre il suo discorso, è apparso il maxischermo con El gringo, il Clint di “Il bello il brutto il cattivo” e la colonna sonora inconfondibile del nostro magnifico maestro Ennio Morricone.

Solo che il Gringo, il bellissimo e taciturno Clint, è oggi un signore molto anziano e ahinoi loquace. Per carità, ognuno ha le sue sacrosante idee e se Eastwood se la sente di appoggiare Romney, buon per lui, e se Obama ha deluso lui e i repubblicani più ancora che i democratici, fa bene a schierarsi.

Solo che a me fa tantissima tristezza vedere un attore (non proprio tra i massimi, ma era una star) e un regista che ammiro profondamente, balbettare su un palco a favore di un politico americano, uno qualsiasi, quando Clint è unico.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: