taobuk

Sono appena rientrata da due giorni a Taormina per il Taobuk, festival di letteratura che comprende anche uno spazio ben evidenziato per gli studenti, dalle scuole primarie a quelle superiori.

Le domande, che circolano già da tempo e rimbalzano da un’iniziativa all’altra sono: perché tanti festival letterari? Servono i festival?

Ho risposto tante volte che sì, c’è bisogno di festival letterari, e di iniziative sulla lettura, che queste iniziative sono sempre molto partecipate, segno di curiosità, interesse, necessità di confronto e di incontro. E’ un antico e moderno ritrovarsi intorno alle storie, magari richiamati da un narratore, come un tempo. Rispetto alle migliaia di sagre culinarie e di prodotti tipici, di mercatini e fiere, queste occasioni di incontro che restituiscono identità, memoria, stimolano il pensiero, educano il linguaggio, spesso ispirano gli spettatori, sono anzi momenti rari e preziosi.

Il Taobuk poi è animato da una libraia, Antonella Ferrara, aiutata da due collaboratrici per un impegno che sfinirebbe una squadra intera (penso al Liberfest, dove eravamo un bel gruppo compatto e diversificato!). In una cittadina celebre per l’arte antica, il cinema, il passato di VIP e che ora è assalita da torme di turisti in ciabatte e canottiera (com’è d’uso viaggiare per il mondo oggi, soprattutto i croceristi, un tempo i turisti più eleganti, oggi i più sciatti), un festival come questo rappresenta, per i cittadini, una vera boccata d’ossigeno.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: