angels

angelsChe ci sia bisogno di un po’ di speranza lo dimostra anche un vecchio duro e impegnato del cinema, Ken Loach, che in questo ultimo “The Angels’ share”, La parte degli Angeli, vira verso la commedia e, pur calandosi nella consueta ambientazione popolare, tra i meno fortunati, tra i piccoli delinquenti e gli alcolizzati, ci offre appunto uno sguardo benevolo, affidando al protagonista giovane e teppista, una possibilità di riscatto, grazie a qualcuno che gli dà una mano, oltre che al cambiamento di prospettiva di essere non più un giovane senza freni e senza progetti, ma un neo-papà accanto a una ragazza che gli vuole bene.

Sarà per questo che il film esce ora, sotto Natale, come un piccolo inno alla bontà. Ma attenzione, Loach è sempre Loach e sa farci riflettere sulle disuguaglianze sociali in una società democratica e “civile”, dove a livello basso il furto e il ricatto sono puniti severamente, mentre ai piani alti quelle stesse azioni sono semplicemente “business”.

Il film è in versione originale con sottotitoli, ma mi sa che anche gli Inglesi vanno a vederselo sottotitolato in inglese, perché è ben dura capire mezza parola da questi giovani di Glasgow, se non il ritornello di “fu..”, insomma, ci siamo capiti.

Annunci
1 commento
  1. Irene D.M. ha detto:

    spero di riuscire a vederlo presto nella mia città. intanto grazie per la tua recensione 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: