wonder

wonderDopo qualche decina di pagine di Wonder di R.J.Palacio (Giunti), confesso che non me la sentivo un granché di andare avanti. Mi sembrava il solito romanzo per ragazzi “a tesi” sulla diversità, con il protagonista August che si racconta in prima persona in modo ironico tra paure e desideri di entrare per la prima volta a scuola, dopo dieci anni di vita sostanzialmente familiare a causa della sua deformità. Gli argomenti del romanzo a tesi ci sono tutti: la deformità fisica di un ragazzino geniale (alla Elephant man), una famiglia pressoché perfetta, dove regna l’amore e mai un litigio, un’ombra, una disattenzione, neppure da parte della sorella più grande; poi una scuola perfetta, con un preside dinamico, accogliente, comprensivo, bravi prof che sanno coinvolgere i ragazzi. Il soggetto, supportato da citazioni opportune dalla saga “Guerre stellari” e canzoni, oltretutto è già mostrato in copertina, dove campeggia “non giudicare un libro dalla copertina/ una persona dalla faccia”.

Però, andando avanti, la lettura mi ha coinvolto grazie al cambiamento di focalizzazione e all’emergere di sfumature e crepe sia nella famiglia, dove la sorella mostra umanissime debolezze, sia in una scuola dove, come in tutte le scuole, si costituiscono alleanze e divisioni pro e contro August. E’ innegabile che alcune pagine siano davvero strappalacrime, altre molto simpatiche, e dunque il libro decolla e ti porta con sé veloce e sicuro fino alla fine.

Ecco perché sono contraria a una di quelle famose regole di Pennac che recitano di chiudere il libro se non ci piace: a volte bisogna dargli tempo, credito, insomma, un po’ di respiro per poter espandersi bene nella nostra mente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: