munro

munroOnore a Alice Munro, premio Nobel per la Letteratura 2013. Canadese, ottantaduenne, aveva da poco dichiarato di ritirarsi dalla scrittura. Era stufa di passare il tempo in solitudine, voleva vivere quest’ultima parte della vita in mezzo agli altri, nelle relazioni, nella normalità.

Eppure i suoi racconti sono proprio questo: storie di persone normali, di relazioni, in piccoli misteri umani, lontano dalle grandi tragedie o dalle travolgenti passioni o dai personaggi malvagi o malati o pazzi. Per questo, ha sempre prediletto la forma del racconto al romanzo e questo premio Nobel, in un periodo in cui i racconti sono relegati alle riviste, ai giornali o ai premi letterari, trascurati dall’editoria che preferisce i blockbuster di cinquecento pagine che occupano tutto lo spazio in libreria e che accontentano lettori bisognosi di soddisfare la sete di morbosità e di facili emozioni, be’ questo premio Nobel a una novellatrice, è proprio un raggio di sole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: