come sei

seicomeseiFrancamente non è facile recensire Sei come sei (Einaudi), l’ultimo romanzo di un’autrice di valore come Melania Mazzucco. Il titolo (che per altro mi ricorda la canzone di Morgan “Sono come sono”) e la copertina danno l’impressione di essere un libro per adolescenti o come si dice oggi young adults. Bene, non lo è, posso garantirvelo. Intanto la protagonista è piccola, ha undici anni e mezzo, ma è saggia e acuta come una donna, anzi una scrittrice ultraquarantenne, sarà per questo che dichiara di voler fare, da grande, la scrittrice. Essendo piccola, il lettore sui quindici anni si sente sollevato dal leggere una storia così complicata e verbosa in modo classico, da metà Novecento, un romanzo a tesi sulla trasformazione delle famiglie oggi, quasi un manifesto per ribadire che sull’amore non si possono mettere etichette o barriere.

Il tema “forte” in sé sarebbe bastato: appunto, la figlia di due papà, con tutto quel che significa oggi, ancora, in Italia. Invece qui c’è  materiale per altri dieci romanzi: la morte di uno dei due, la ricerca d’identità della bambina quasi omicida di un compagno di classe, la mamma biologica armena (cioè appartenente a uno dei popoli più sfortunati della Terra), la coppia molto speciale di uomini formata da un musicista “emergente” e uno studioso della Bibbia tutta narrata in analessi, quindi all’imperfetto o trapassato, in lunghe digressioni rispetto alla scena di ricongiungimento tra figlia e padre (il vedovo) dopo anni di lontananza forzata.

La mia impressione è che sia mancato quell’elemento apprezzabile che è la leggerezza, chiamiamola anche ironia, e che intorno a Eva tutto sia un po’ troppo pesante, faticoso, drammatico, a partire dal suo nome, Eva, la prima donna, ovvero prima donna “concepita” da due uomini. Vista l’intelligenza superiore della bambina, tanto valeva chiamarla Atena, che già 2500 anni fa fu partorita dalla testa di Giove.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: