curarsi

Ne avevo già parlato qualche tempo fa, ma mi pare utile ricordarlo in questo periodo pasquale, come riflessione personale. Si tratta di un libretto scritto da Amos Oz, uno dei massimi autori israeliani, pacifista e costruttivo. S’intitola How to cure a fanatic (come curare un fanatico), pubblicato dalla Princeton University nel 2006 (la traduzione italiana è a cura di Elena Lowenthal, intitolata “Contro il fanatismo”, ma vedete la differenza? Abbiamo il vizio italiano di fare “pro” e “contro”, quando l’autore parla di “cura”).

fanatismoEbbene, in questo libretto che raccoglie articoli e interventi dell’autore, troviamo qualche utile e semplice indicazione per confrontarsi con il fanatismo e con i conflitti, da quelli familiari o relazionali a quelli nazionali o internazionali.

“Il fanatismo inizia a casa” dice Oz e conclude dicendo: “l’antidoto può perciò essere trovato in casa, praticamente a portata di mano.John Donne dice che nessun uomo è un’isola, ma oserei umilmente aggiungere: nessun uomo e nessuna donna è un’isola, invece ognuno di noi è una penisola, per metà attaccata alla terraferma, per metà a guardare l’Oceano – metà collegata alla famiglia e agli amici e alla cultura e alla tradizione e al paese e alla nazione e al sesso e al linguaggio e a molto altro, e l’altra metà che vuole essere lasciata in pace a guardare l’oceano (…) In un certo senso, in ogni casa, famiglia, in ogni condizione umana o legame umano, ci sono relazioni con un certo numero di penisole. Dovremmo ricordarcelo quando cerchiamo di modellare qualcuno, far cambiare idea a qualcuno, costringere la persona vicina a seguirci mentre quella ha solo bisogno di guardare l’Oceano per conto suo. (…) Una dose di senso dell’umorismo, la facoltà di immaginare l’altro, la capacità di riconoscere le qualità peninsulari ciascuno di noi possono essere almeno un parziale difesa contro il gene del fanatismo che noi tutti conteniamo.”

Buona Pasqua!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: