voi non la conoscete

voinonlaconosceteVoi non la conoscete è il titolo di un racconto di Cristina Comencini, pubblicato qualche mese fa (Feltrinelli). Il titolo è tratto da un verso di una vecchia canzone strampalata (Voi non la conoscete ha gli occhi belli… Chi? Eulalia Torricelli da Forlì), ma che sembra ricordare che nessuno è mai perfettamente conoscibile, e ancora meno lo sono le donne, per lo meno donne che all’apparenza sembrano persone semplici, carine, adattabili, docili, poi di colpo rivelano un’inaspettata e incomprensibile violenza.

E’ il caso di Nadia, io narrante di questa storia di rabbia e dolore, che colpisce il lettore con una strategia narrativa classica da thriller: la protagonista è in prigione e il racconto aiuta a dipanare la sua storia, ma non ci spiegherà del tutto la motivazione del percorso di una moglie e madre in una ladra e complice di assassini, in una donna che diventa dura, rabbiosa, maschile, staccandosi sempre più dalla maschera di brava ragazza al punto di parlare di se stessa come di qualcun altro.

E’ il racconto di una terapia, ma è anche e soprattutto un’ottima piece teatrale, per l’asciuttezza del testo e la preponderanza del dialogo. Una piece che Comencini sarebbe bravissima a mettere in scena a teatro. Ce l’auguriamo, soprattutto in un periodo come questo in cui si parla delle orrende condizioni dei carcerati, a dir la verità senza particolari progetti, e nemmeno soluzioni, salvo inviti alla pietà in un paese che di pietà ne ha sempre meno.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: