Vite etrusche

10301356_244375649094655_2912141466965220264_nDomenico Beccafumi nel 500 la dipinse bionda, truccata con un rossetto carminio e le guance rosee, in un abito simile a un peplo, ma di un colore verde acido cangiante e una sciarpa lilla al collo, i colori per cui il pittore manierista era celebre.
Stiamo parlando della regina etrusca Tanaquilla, che apre la galleria di ritratti nella monografia di Archeo dedicata agli Etruschi e curata dall’etruscologo Giuseppe Della Fina, con cui domani parleremo proprio del taglio narrativo e comunicativo con cui ha scelto di presentarci un popolo antico, che ha segnato un millennio di storia antica italiana e che conosciamo soprattutto attraverso le tombe e le necropoli e gli annessi (sarcofagi, arredi e affreschi di grande fascino).
Ma in questa rivista, l’etruscologo non si limita a fornire lo scenario, a ricostruire la storia e i luoghi. Cerca di calarsi in personaggi realmente vissuti e dare loro voce, corpo, storia per restituirci uno spaccato sociale e esistenziale più vivo, e più vicino a noi, un po’ come l’artista che già cinquecento anni fa aveva tratteggiato un’antica regina come una dama rinascimentale, rendendola luminosa e sensuale, appunto viva.
Ho l’impressione che la donna etrusca sia la figura che più colpisca oggi, come di certo mezzo secolo fa, per il ruolo, la centralità non solo nella famiglia ma nella società, per la cultura e la libertà che aveva.
Ne parliamo domani con Giuseppe della Fina a Firenze, all’Archivio di Stato alle 16.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: