Alice a Venezia

rohrwacherAlice non abita più nel paese delle Meraviglie, soprattutto se “Le Meraviglie” sono quel casolare fatiscente dove un padre-padrone costringe le figlie a lavorare nell’orto e tra le arnie, senza mai un po’ di distrazione.
(Stiamo parlando del film di Alice Rohrwacher, Le Meraviglie, da un paio di settimane uscito in sala)
Almeno fossimo negli antichi anni ’70 di Gavino Ledda e del suo (appunto) Padre padrone! Si potrebbe consolarsi sui tempi andati… Invece siamo negli anni ’90, c’è Ambra pre-Ozpetek che canta in tivvù una canzoncina-tormentone per le bimbe dell’epoca, ma in Italia tutto sembra sempre arcaico e bloccato, incantato appunto come in una fiaba dove si può anche dormire cent’anni ma ci si sveglia sempre tra gente in abiti irsuti, ignoranza e paura di cambiamenti.
Insomma, Le Meraviglie di Alice Rohrwacher ci meraviglia per un cinema anch’esso semplice e in un certo senso “antico”, considerando la lentezza del racconto e anche la sua incertezza, la sua indefinitezza che è quella (anche) dell’adolescenza, la mancanza di qualsiasi riscatto e anzi, un finale con una casa abbandonata e in rovina, come probabilmente è questa famiglia così faticosa, dove il padre padrone non è un talebano, ma è tedesco, così magari si può riflettere su certi stereotipi.
Un cinema che ricorda Dogma, presa diretta e luci naturali, non-attori, nessun effetto che non sia quello di luci e ombre, magari proiettati sul muro.
Alice Rohrwacher, sensibile e coraggiosa, è stata appena nominata presidente della prossima Giuria di Venezia per la sezione “opera prima”: un bel traguardo per una donna giovane, una delle rarissime registe italiane.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: