matrimonio reality show

gonegirl6L’amore bugiardo  è un titolo sentimentale che non rende merito a un film (di David Fincher) piuttosto concentrato a sviluppare il tema dell’apparenza e dell’esibizione, cioè le ossessioni di oggi. Tutto è spettacolo, anche l’amore e ancor di più la coppia, che comincia la sua personale narrazione esibita con le foto, i selfie, oggi postati su Fb e su altri magari più patinati social, e poi le varie sessioni foto-filmiche dei viaggi, le foto intime e infine il massimo tripudio rappresentato dal matrimonio che oggi è sfarzoso o non si fa.

Certo, il film (in origine Gone girl, come il titolo del libro che io non sono riuscita a leggere trovandolo poco interessante come thriller) è anche un thriller alla Hitchcock come acutamente ci spiegano i critici come Pacilio e Grosoli della rivista Gli spietati. Bionda fredda e inquietante la protagonista che ricorda le attrici care a Hitchcock come Tippi Hendren, atmosfere cupe e dialoghi artefatti, ambiguità che gelano ogni sentimento e ogni possibile verità: sono gli ingredienti cari al buon vecchio maestro, che il regista Fincher sa dosare, inserendoli nel gioco ossessivo della modernità e cioè l’esibizione e la visibilità di fronte a un occhio sterminato, quello del pubblico televisivo onnipresente (c’è un televisore dappertutto, così quando Ben Affleck parla in una trasmissione televisiva, parla anche alla moglie che lo guarda, e che guarda proprio quella trasmissione come tutta l’America sta facendo in quel momento).

E dunque? Ha ragione Marco Grosoli: “questa meticolosa manipolazione dello spettatore nei suoi meandri narrativi, tutto questo sapiente convincerlo che tale personaggio è innocente e talaltro colpevole per poi ribaltare al momento giusto le carte in tavola, è obbligata a coesistere col fatto che lo spettatore in ultima analisi non viene portato da nessuna parte.” Se non nel fatto che stiamo assistendo a un gioco d’intelligenza (Mastermind, che Affleck ha in mano all’inizio del film), perfido, che butta all’aria il concetto tanto idealizzato e vuoto dell’amore romantico.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: