back to school

images-1Tra poche settimane ricomincia la scuola, ma forse bisognerebbe tornarci tutti. Non so quanti abbiano approfittato della pausa estiva, delle poche ferie o dei fine settimana in spiaggia, per leggere, ma ho il sospetto che siano sempre meno. Guardandomi intorno, soprattutto in quelle zone asfittiche e alienanti che sono le sale d’attesa degli aeroporti o delle stazioni ferroviarie, nei treni, nei pullman, ho visto soltanto gente incollata al cellulare. Meno male che si temeva l’avvento del tablet! Ma quanti hanno in mano un lettore elettronico?

Così, ecco uno dei risultati: “Nelle indagini fatte in Italia è restato costante un dato: solo il 30 per cento degli adulti ha un rapporto sufficiente con lettura, scrittura e calcolo. Gli altri si muovono solo in un orizzonte ristretto, subendo quel che succede senza saper capire e reagire.”

Interessante. Perché fa capire che “leggere” non è il solito sfizio di gente annoiata o asociale, è una pratica e un indispensabile esercizio per la comprensione in generale. Quanto alla fonte cui ho attinto: Tullio De Mauro, non so se conoscete.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: