I bestseller per ragazzi sono italiani

IMG_5109Grazie a Severino Colombo che ne La Lettura del Corriere della Sera (in edicola questa settimana) dedica una doppia pagina illustrata ai “campioni delle vendite” che salvano l’editoria italiana e cioè gli scrittori italiani per ragazze e ragazzi.

Finalmente si dicono alcune importanti verità: che il settore ragazzi è in aumento, rispetto alla tragica debacle della lettura nel nostro paese; e che gran parte di questo merito si deve a una pattuglia di scrittori, della quale sono onorata di far parte, che da decenni perseguono linee narrative personali, che hanno inventato personaggi (Stilton, per esempio, il topo da decine di milioni di copie), serie ambientate in Italia, non necessariamente fantasy (come la mia Banda delle ragazzine che è arrivata a 120.000 copie), saghe (come quelle di Licia Troisi o di Baccalario) e che non si sono mai demoralizzati in anni assai difficili, e hanno continuato nel loro lavoro di “cercatori di storie” anche controcorrente e difficili (come Francesco D’Adamo o Fabio Geda).

Siamo scrittori non improvvisati, che fanno questo mestiere (e non è il secondo o terzo mestiere), con determinazione, immaginazione, studio del linguaggio, senso dell’intreccio e storie dedicate ai giovanissimi, che sanno parlare a loro e agli adulti. Siamo anche autori che non disdegnano il “mercato” con cui anzi ci confrontiamo sempre, anche attraverso gli incontri che teniamo con i ragazzi e le ragazze in tutta Italia, nelle scuole, nelle librerie e nelle biblioteche. Siamo scrittori che non vanno in televisione, non godono dell’aiuto dei formidabili mezzi di comunicazione concentrati sui personaggi e sugli scrittori di narrativa adulta, che a volte, rispetto a noi, sembrano scollati dalla realtà. Sarà per questo che siamo amati: perché non siamo montature, ma persone serie, che lavorano tanto, e che sostengono, oltre alla nostra editoria, la nostra cultura con entusiasmo e senza la fatua pretesa di apparire.

 

Annunci
4 commenti
  1. nuvolesparsetraledita ha detto:

    Concordo: il lavoro serio paga…
    I ragazzi poi, se vi incontrano, leggono molto più volentieri.
    Purtroppo però è difficile: le scuole hanno sempre meno fondi e spesso la promozione alla lettura passa in terzo o quarto ordine rispetto ad altro.
    😞
    Gli incontri con gli autori divengono perciò un sogno.
    Nonostante questo, continuiamo a provarci…

    • Gli incontri con l’autore non sono un sogno ma una realtà assai diffusa. Personalmente dedico a questa attività faticosa ma molto importante sia per me che per i lettori alcuni mesi dell’anno, in particolare aprile e maggio e ottobre-novembre, mesi in cui si svolgono Festival o mostre o occasioni speciali nelle scuole. E’ chiaro però che l’incontro con l’autore ha bisogno di un progetto ad hoc, una preparazione, la lettura, la discussione in classe… Risorse che non sono soltanto economiche ma davvero “umane” perché i docenti devono impegnarsi in attività extraorario e extracurriculari. Da anni chiediamo che leggere e progettare la lettura sia valorizzata come attività forte, forse principale nella scuola (che dovrebbe avere ovviamente anche una bella biblioteca). Non sono l’unica ad andare nelle scuole anche per premiare i bravi insegnanti che tanto volenterosamente si dedicano alla lettura. Molti amici scrittori lo fanno, compreso l’amica carissima Lia Levi, che pure è abbastanza avanti nell’età: ma stiamo parlando di una persona di massimo calibro!

  2. penso che la letteratura per ragazzi sia ben più di una nicchia come è considerata in italia. per me il libro per ragazzi è totale proprio perché riesce a comunicare con tutte le età! io leggo molti autori italiani per ragazzi e ogni nuova scoperta è una gioia e un tesoro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: