Quando la tecnologia divenne friendly

Jobs6Come dicevo, sto leggendo la biografia di Steve Jobs di Walter Isaacson (Simon&Shuster, 2011). Non me la sono sentita di leggerla quando è scomparso, né lo scorso anno in cui si è festeggiato i 30 anni dal primo, geniale, Mac.

Sto scrivendo su un Mac, come ormai da anni. Ma non ho pensato a tante semplici parole entrate in uso soltanto dopo che Jobs le ha pensate e tradotte in uso, come appunto “friendly”, amichevole o simpatico. Chi mai si sarebbe preoccupato che una macchina, pensata soprattutto per ingegneri, per un lavoro d’ufficio, fosse appunto “friendly”? E che fosse pure bella, chiara, liscia, sottile e smussata, che avesse caratteri di stampa diversi, di ogni tipo, perché ognuno potesse scegliere il suo, magari stamparsi da solo un biglietto di auguri senza ricorrere a tipografi?

Lo so come si dice: ma costa un botto! Se il progetto fosse rimasto com’era in origine, alla Xerox, sarebbe sì costato un botto, decine di migliaia di dollari, invece che un prezzo accessibile, inferiore per esempio a una borsa firmata che non ha assolutamente niente dentro. Invece Mac non solo ha una tecnologia sofisticata, ma ha impedito che il computer fosse appannaggio di una casta di tecnici e ingegneri informatici, che magari potevano assemblarcelo, correggerlo, metterci il naso dentro, ma non potevano lasciarci fare le cose da soli.

Va bene, sono l’ennesima entusiasta. Leggo la biografia di Jobs come un’avventura, cominciata da ragazzo, quando tutti si divertono all’Università e partono assai lenti, diesel, nella vita. La leggo come la vita di un artista, che ha saputo infondere passione e valore artistico anche ai suoi ingegneri e tecnici. Il biografo Isaacson non nasconde nulla del caratteraccio, delle insicurezze e i problemi, la prepotenza, la furia di quest’uomo. Ma nemmeno dell’idea di bellezza e di armonia. Caravaggio era addirittura un assassino, non per questo non rimaniamo estasiati davanti ai suoi impareggiabili quadri.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: