latinorum

marinelliIeri sera, vedere il bravo Luca Marinelli seduto nel salottino televisivo di Lilli Gruber (Otto e mezzo, su La 7), con Augias e Padellaro mi ha fatto soffrire. Soffrire per lui, che, immaginavo, è stato chiamato dall’ufficio stampa e spedito in una trasmissione di grandissima audience per presentare l’ultimo film in cui è protagonista e si è trovato tra due professori e una specie di preside a disquisire sulla morte assistita, il testamento biologico e la politica italiana, il terreno più infido che possa esserci per qualsiasi artista.

La teutonica preside infieriva: “Ma lei come la pensa, Marinelli?”, “Dei 5 stelle che ne pensa, lei che è giovane…?” E il povero giovane attore si barcamenava, ripeteva affranto che è convinto che ognuno possa cambiare qualcosa partendo da sé, mentre Augias, in auge anzi in augias da quarant’anni, a un certo punto sfoderava pure il latino, il temutissimo latino, di fronte al quale l’attore mi è parso tornare liceale terrorizzato che quel trio gli chiedesse la traduzione all’impronta, per giudicarlo impreparato. Come il povero Renzo Tramaglino, sembrava pensare: “Cosa volete che faccia con il vostro latinorum”? Ma non ci mancava che citare i Promessi Sposi per dargli la mazzata finale.

Ecco, mi pare che sia questa la considerazione, l’accoglienza, nei confronti dei giovani: ficcarli in una discussione tra pavoni, tra eruditi, metterli a disagio, loro che sono lì per parlare di un film contemporaneo, con i temi di oggi: l’amore dei nostri tempi, le relazioni, la gravidanza, sì, proprio la gravidanza mentre si disquisisce della morte! Chissà, forse era per mostrare il cerchio della vita, ma non credo che la TV abbia simili intenti metaforici.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: