festival si o no?

Leggo che anche Paolo Giordano esprime perplessità sui (troppi) festival che si organizzano in Italia. E che sarebbe meglio investire in biblioteche e librerie anziché in occasioni effimere.

Bene, non sono d’accordo. Questo discorso lo facevo anch’io, ma i tempi sono molto cambiati.

Prima di tutto i Festival letterari in certi casi hanno preso il posto a manifestazioni di dubbio gusto come elezioni di miss o sagre varie o mostre in piazza di motori o di paccottiglia. Non c’è dubbio che se i soldi sono spostati sulla letteratura, o in generale sul pensiero (filosofia, scienza, mente, e così via), non si può essere che felicissimi. Le persone, si è scoperto, amano andare a sentire scrittori filosofi sociologi psicologi artisti direttori di musei, e portano i bambini dove ci sono laboratori e animazioni sensate. Direi molto bene, altro che criticare!

Poi, sì, il tema della carenza di strutture oggi più pensate per incontrarsi che non per prendere libri in prestito, come le biblioteche, è sempre attuale. Ed è senz’altro intollerabile che di fronte a edifici bellissimi, ben strutturati, che offrono spazi per leggere, ascoltare concerti e conferenze, e usufruire di tutto ciò che oggi una moderna biblioteca offre, siano appannaggio delle città del centro-nord. Ma è anche vero che le biblioteche le costruiscono le amministrazioni comunali, non lo stato centrale, in accordo con le Regioni.

Dunque, se magari con i Festival si dimostra che esiste una comunità di lettori abbastanza allargata, e che parlare di libri può essere un po’ più interessante che parlare di calcio, e magari i cittadini spingono per avere le biblioteche magari a scuola, io di questi Festival ne farei uno in ogni città.

Annunci
3 commenti
  1. Argento Vivo ha detto:

    Sì! Anch’io sono molto favorevole ai festival letterari: favoriscono la diffusione dell’amore per la lettura anche fra persone che, normalmente, leggono poco e permettono di trasformare la città in un modo spettacolare. In particolare fra poco ci sarà la notte dei lettori a Udine (dove ho fatto l’Università), che arriva, mi pare, al quinto anno… Ed ogni anno è una notte magica!

    • Argento Vivo ha detto:

      PS: Grazie per i tuoi libri, sono letture con cui sono cresciuta e che continuo a consigliare a tutti, a prescindere dall’età. Grazie!

  2. Grazie di cuore del tuo commento, non sai che piacere mi fa leggere una lettrice diventata grande e rimasta lettrice! Un abbraccio ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: