Lo stilista nascosto

Fino agli anni ’70, lo stilista come divo di massa non esisteva. C’erano i sarti che inventavano l’alta moda per una ristrettissima cerchia di élite, composta da aristocratici e ricchissimi. Per il resto, la gente si cuciva gli abiti o li faceva cucire da sarte e sarti in piccole botteghe, dove magari si entrava con una rivista in mano, per copiare gli ultimi modelli. Non esistevano neppure le taglie, che gioia: erano gli abiti ad adattarsi a ogni donna, non le donne a costringere i loro corpi a omologarsi.

Credo sia soprattutto questo il fascino del film di Anderson, Il filo nascosto: la storia di un “creativo” che ancora non pretendeva di chiamarsi così, perché erano gli anni ’50, e anche la parola “chic” è considerata un insulto. La storia è anche quella di un tormento personale di chi sta chino sui fogli a disegnare e ancor più chino a cucire per le regine e le contesse, abiti molto più simili a quelli delle fiabe che non a vestiti da lavoro o anche da cerimonia.

Il film ha quella bellezza classica che gli inglesi e gli americani (come in questo caso) riescono a promanare nei loro film in costume, con attori sublimi (Daniel Day Lewis, Lesley Manville, e Vicky Kriep), scene e costumi ovviamente perfetti (infatti si sono aggiudicati l’Oscar). Insomma, un filmone che piace e turba anche un po’, perché a un certo punto entra in gioco pure eros /thanatos.

Vedere il film al cinema ha certi interessanti risvolti: nella scena in cui la contessa prova l’abito speciale per la serata, tra le esclamazioni di meraviglia delle sarte, un ragazzo dietro di me commenta: “Orrendo”. E ha ragione. Il cinema ha sempre bisogno di essere visto in mezzo al pubblico.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: