Paola Zannoner vive a Firenze.
Scrittrice, esperta di narrativa, consulente bibliotecaria.  Ha iniziato la sua attività come bibliotecaria e critico letterario, collaborando con le più importanti riviste del settore. Nel 1998 Mondadori ha pubblicato il suo primo racconto. Da allora, Paola si è dedicata quasi esclusivamente alla scrittura, mantenendo però un costante rapporto con le biblioteche e le scuole con corsi di formazione per docenti e bibliotecari, seminari sulla scrittura narrativa, conferenze sulla letteratura, incontri con l’autore. Da dodici anni tiene un laboratorio di scrittura da cui è nato il collettivo di autori Scrittori di Massa (Massa Marittima- GR). La sua produzione narrativa è consistente, diretta specialmente ai giovanissimi, e spazia nei diversi generi e temi. Ha anche pubblicato saggi, racconti, romanzi per adulti. I suoi romanzi pubblicati per Mondadori, De Agostini, Fanucci, Castoro, Giunti hanno ricevuto molti premi e sono tradotti in numerosi paesi del mondo.

Annunci
121 commenti
  1. claudio ceciarelli ha detto:

    Ho appena letto quanto da lei scritto sul romanzo di Elena Ferrante. Il caso vuole che io, come molti lettori forti, soffra di una sorta di “sindrome da refuso”. Il caso vuole che rileggendo il libro in questione ne abbia trovati in tutto 4. Il caso vuole che solitamente ne trovi molti ma molti di più. Insomma, il caso vuole che io abbia percepito nelle sue righe di commento al libro, e mi riferisco soprattutto alla parte finale della sua recensione, un certo… come posso dirlo senza offenderla?… – rodimento di culo. Ecco, io sono sicuro, da uomo di mondo che ne ha viste tante e tante e tante, che lei non è in buona fede, se ha sentito il bisogno di scrivere quello che ha scritto. Punto. Saluti. No reply is needed.

    • Caro Claudio, davvero mi sono divertita con il suo commento. Il mio commento negativo riguardava la scelta editoriale, il costo, la proposta, non certo la scelta dell’autrice che, come ho detto, seguo volentieri da anni e che non delude mai. Il fatto che si trovino troppi refusi non giova agli editori. Il mio piccolo appunto è dato dal fatto che, come molti lettori forti, da qualche tempo ho scelto il formato elettronico e se compro un libro stampato vorrei che fosse un acquisto che valga la spesa. Libero di non credermi, ma rodersi in questo campo è stupido e controproducente. Grazie! Un salto
      Paola

  2. claudio ceciarelli ha detto:

    Paola, apprezzo a mia volta la sua “divertita” risposta (e apprezzo pure il refuso in essa contenuto nella formula di commiato: un “salto” anziché un “saluto” non è niente male, davvero. Invece apprezzo un pelino meno il “rodersi in questo campo è stupido e controproducente”. Sa una cosa? Non mi è mai capitato, e ho 51 anni, che mi venisse dato dello stupido.Ma c’è sempre una prima volta, nella vita, e va bene così. Che almeno le sia di memento rispetto alla difficoltà di editare libri senza refusi, se persino in 4 righe riusciamo a saltare anziché salutare). E poiché avrei ancora molte cose da dirle, ma non è il caso che vengano “postate”, le chiedo: possiamo avviare una corrispondenza non pubblica, intendo, tra addetti ai lavori? La salto cordialmente, claudio.

  3. Emma ha detto:

    Sono ancora io, Emma… Volevo chiederle se è già andata al Festival Letteratura di Mantova o ha in programma di prendervi parte. Non so come funzioni, ma mi piacerebbe poterla vedere in quest’occasione, dato che non mi perderei mai un’edizione del Festival… In attesa di una sua risposta.
    Emma

  4. Carissima Emma, io sono già stata un paio di volte al Festival di Mantova, probabilmente tornerò anche quest’anno. Lo saprai senz’altro, perché lo scriverò sul blog. Intanto sarò presente al Salone del Libro di Torino il prossimo maggio per l’intera durata della Fiera. Keep in touch! Ciao
    Paola

  5. Emma ha detto:

    Grazie! Mio padre abita nei pressi di Torino… forse riesco a combinare qualcosa 😉
    Saluti Emma

  6. Emma ha detto:

    Cara Paola (se posso permettermi), mentre navigavo in internet ho scoperto che le storie di Mia sono state scritte anche separatamente… ma sono libri per bambini? Pubblicati prima o dopo Voglio fare la scrittrice? (Non ho trovato l’anno di pubblicazione…). Scusa il disturbo. Emma

  7. Le storie di Mia originariamente erano otto libretti pubblicati da Mondadori. Purtroppo la copertina e il progetto erano pensati per bambine, mentre le storie erano per ragazze. Si tratta quindi di un clamoroso errore editoriale! Tanto che, come vedi, ho cambiato editore, abbiamo deciso di riunire i racconti del diario di Mia e farne un unico libro, quello che hai letto. So che oggi si è anche scatenata una specie di “caccia al vintage” e molte lettrici vanno a cercare gli originali, per confrontare le storie e per avere anche quelli che considerano i “quaderni” di Mia. Ecco com’è andata la storia delle storie di Mia! Ciao carissima Emma.
    Paola

  8. Emma ha detto:

    Grazie mille Paola! Ora è tutto più chiaro. Una curiosità… capita spesso di non trovarsi bene con un editore?
    Grazie Emma

  9. Salve,
    sono una studentessa di seconda media della scuola Giovanni Verga di Cernusco L.Ne (LC).
    La mia classe, la seconda D, farà un incontro con lei il 23 marzo; sto iniziando a leggere un suo libro, “voglio fare la scrittrice” e le confesso che anche a me piace molto scrivere! La nostra prof. di italiano a perfino creato un blog spot della nostra classe dove a breve pubblicheremo i nostri temi. La invito a visitarlo digitando su Google “tuberipensanti blog spot”, inizialmente non troverà nessun testo, ma forse, se riusciamo ad organizzarci meglio, potrà leggerne alcuni a breve e svelarci i segreti della scrittura!
    Paddy

    • Ciao Paddy, benvenuta in questo blog! Grazie delle informazioni, verrò a farvi una visita. Ci vediamo prestissimo. Un abbraccio. Paola

      • Bea Paddy 99 ha detto:

        La ringrazio per prima cosa. Voglio poi farle i complimenti per il bellissimo libro “voglio fare la scrittrice” che ho appena concluso. In più se va sul profilo di Cinzia Aquilino, ka mia prof, potrà leggere una pagina di diario e vedere dei video da me realizzati.
        Devo anche confessarle che il mio vero nome è Beatrice.”Paddy” è un personaggio dei cartoni “anime” che mi assomiglia molto e a cui mi sono ispirata. Mia madre, mi ha infatti intimato di non mettere un vero nome finchè non ricevo una risposta…(le solite mamme apprensive D:)
        By Beatrice Paddy
        ps. del resto anche maria veronica ha cambiato nome!xD

  10. Emma ha detto:

    Salve,
    sono ancora io, Emma… Volevo chiederle, per curiosità, se anche lei ama e spedisce lettere. Io lo trovo fantastico, soprattutto quando ricevo risposta.
    Saluti
    Emma

    • Ciao Emma! le lettere che scrivo oggi sono soprattutto e-mail. Raramente scrivo lettere a mano, perché arrivano dopo tanto tempo, e poi oggi la scrittura a mano si usa quasi per occasioni particolari come ringraziamenti formali o, come succede a me, lettere a mia suocera che ha quasi novant’anni. Proprio perché è diventata così insolita, la scrittura a mano colpisce molto quando si riceve una lettera, appare come un grande regalo d’affetto, e lo è, perché scrivere a mano, imbustare, andare alla posta o dal tabaccaio per il francobollo e poi spedire sono gesti molto più lenti e impegnativi che ticchettare sul proprio computer e toccare il tasto “invia”. E la scrittura a mano appare più personale, intima, di quella tipografica. Però, alla fine, conta il contenuto e un testo battuto sulla tastiera può essere assai più carico di sentimento che non una letterina vergata a mano ma molto superficiale e formale.
      BUONA PASQUA! Paola

  11. Emma ha detto:

    Grazie del suo parere! Buona Pasqua!
    Emma

  12. Rossetti Cinzia ha detto:

    grazie alla scoperta dei tuoi libri(per la verità, per caso in una libreria), mia figlia beatrice di 12 anni, ha iniziato ad amare la lettura; ed io per questo ti ringrazio davvero di cuore. complimenti per come sai parlare ai giovani ! ciao Cinzia

  13. Ciao Cinzia, grazie per avermi scritto queste belle parole! Beatrice la lettrice, come poteva essere altrimenti? Un abbraccio a tutte e due. Ciao Paola

  14. Bea Paddy 99 ha detto:

    Salve, sono ancora io,Beatrice, volevo rifririle che all’incontro del 30 marzo sono stata la ragazza pallida e rossa che ha domandato se condivideva la frase:<>.
    Può rispondere una seconda volta per aiutarmi in un tema sul nostro incontro?
    p.s. Ha visitato il profilo di Cinzia Aquilino? e ha visto i miei video?
    Cordiali saluti.

  15. Scusa il ritardo, ma non sono riuscita a visitare il profilo di Cinzia perché non sono su facebook. La frase non me l’hai scritta, quindi non so cosa rispondere! Mi spiace, puoi casomai scrivermi di nuovo la famosa frase?
    Ciao!
    Paola

  16. beapaddy ha detto:

    Salve.
    Cmq la frase era:” Uno scrittore è un lettore insoddisfatto.”
    E il profilo della mia prof. non è su FB ma su gmail.
    Cordiali saliti

    • Ok. Se mi mandi l’indirizzo preciso, provo ad andare sul profilo.
      Quanto alla frase, non sono molto d’accordo. Almeno io sono una lettrice spesso soddisfatta da bei romanzi, ben scritti e ben costruiti. Credo che la letteratura incoraggi e stimoli la scrittura, nutra e fortifichi gli autori, funzioni da modello e da sostegno. L’insoddisfazione invece genera invidia, tristezza e intolleranza, e spesso può bloccare gli autori. perché non si è nemmeno soddisfatti di se stessi, di quel che si dice e come lo si dice. La lettura è libertà e cooperazione al testo. A volte bisogna abbandonarsi al piacere di leggere con grande fiducia nell’autore.
      Ciao!
      Paola

  17. L’email però non è un blog o un sito. Mi avevi chiesto di vedere i video: dove?
    Paola

  18. beapaddy ha detto:

    Sono pubblicati sul profilo.

  19. Cara Paola, volevo dirle che non non vedo l’ora di incontrarla a Mantova, al Festivaletteratura, il suo è l’evento che non posso assolutamente perdere! Emma (la stessa dei commenti precedenti, ma munita di facebook),

    • Ciao Emma, sarà un piacere incontrarti dal “vivo”! Spero di riconoscerti subito, altrimenti fatti avanti, voglio proprio abbracciarti. Ciao
      Paola

  20. lucia ha detto:

    Gentile Paola, potrei chiederle cortesemente l’indirizzo mail per scriverle in privato? Avrei una richiesta in merito ad un suo libro. Grazie

  21. Marta ha detto:

    Ciao Paola,sono una studentessa di terza media e lei è sicuramente la mia scrittrice preferita. I suoi libri sono stupendi, ti prendono avvolgendonti come un’anaconda di frasi e pensieri. I miei libri preferiti scritti da lei sono di sicuro “La linea del traguardo”, “Tutto sta cambiando” e la versione separata di “Quel giorno pioveva”. Vorrei chiederle la sua mail personale per poter farle leggere alcuni dei miei testi. Graziein in anticipo.

    • Ciao Marta, grazie del tuo commento! Quando ricevo lettere come questa mi emoziono, e poi che bella l’immagine dell’anaconda! Ho provato a scriverti al tuo indirizzo mail, ma il messaggio mi torna indietro, non so perché. Riprovo domani, casomai puoi controllare se per caso ti è arrivata la mia mail o se l’indirizzo è sbagliato? Grazie mille, a presto
      Paola

      • Marta ha detto:

        Grazie Pola! Purtroppo non sono riuscita a ricevere nessuna mail, ma ho ricontrollato e credo di aver sbagliato a scrivere l’indirizzo, scusami!

  22. B. Cal. ha detto:

    Salve Paola, scusi se mi rifaccio vedere dopo così tanto tempo e ( sinceramente) solo perchè volevo chiederle un aiuto. Comunque voglio salutarla e rigraziarla ancora per le vecchie conversazioni! 😀 Se proprio devo essere sfacciata (e un po’ lo sono :P) volevo chiederle se per caso a qualche conoscenza nel campo dei fumetti… 🙂 è per una mia amica che desiderebbe molto farne uno! è molto brava e se potessi aiutarla sarebbe fantastico :3 grazie in anticipo, arrivederi! =D

  23. Ciao Bea, non devi assolutamente scusarti. Mi fa piacere quando scrivi, ma non devi sentirti obbligata, ci mancherebbe. Purtroppo non conosco nessuno nel settore dei fumetti. So che ci sono delle scuole e che c’è un divertente Festival che si tiene ogni anno a Lucca (Lucca comics), dove ci sono padiglioni con case editrici specializzate. Forse tu e la tua amica potreste fare u salto a Lucca e dare un’occhiata, magari chiedere informazioni. Prova a cercare sul sito, il Festival si tiene di solito a novembre: http://www.luccacomicsandgames.com
    Ciao
    Paola

  24. Grazie Paola per la comprensione e i consigli spero di aver tempo di andare a Lucca e di scriverti ancora. Inoltre abbiamo trovato un corso estivo per fumettisti. Grazie anche per il link e la tua disponibilità! Ciaoooo

  25. Balestra Vanna ha detto:

    Io sono molto contenta e ai miei ragazzi è piaciuto molto l’incontro con l’ autrice in biblioteca. Ne abbiamo parlato tanto a scuola e ci sarà un seguito…….
    Io intanto ti chiedo quelle indicazioni in PDF sul percorso di lettura di cui ci hai parlato. Grazie anche per le “dritte” che hai dato a noi insegnanti. Vanna Balestra – Scuola secondaria di primo grado di Paratico.

  26. Ciao Paola ho appena comprato e quasi finito di leggere il tuo libro “voglio fare la scritttrice ” ne sono rimasta affascinata e cosi ho cercato notizie sull’autriice e cioe’ tu. Io mi chiamo Daniela Troina Magri e sono nata l’ 8 novembre del 1958. Sono ingegnere e artista ed anche illustratrice. I miei siti sono http://www.danielatroina.it. È http://www.siamotuttiartisti.it . Buon lavoro! Daniela

    • Gentilissima Daniela, la ringrazio moltissimo del suo commento, sono rimasta molto colpita dalla sua biografia di donna manager e artista, e mi è piaciuto molto il suo intervento sulle quote rosa sul Sole 24 ore. Siccome non sono brava a usare questo mezzo, non so dove commentare nel suo sito, quindi le rispondo qui. Grazie ancora e complimenti per tutto quello che riesce a fare! Paola

  27. VALENTINA ha detto:

    Cara Paola mi chiamo Valentina, ho 11 anni e mezzo, ho gia letto 2 suoi libri “voglio fare la scrittrice ” e ” voglio fare la giornalista “, complimenti,sono libri bellissimi e per me sono punti di riferimento.Le chiedo se per favore puo darmi alcuni consigli su come scrivere un libro, come crea i personaggi dei suoi libri? come faccio a scrivere un buon libro che non annoi il lettore? Oppure a chi potrei rivolgermi per avere un aituo. MI PIACEREBBE SAPERE IL SUO PARERE PERCHE’ PER ME LEI E’ UN PUNTO DI RIFERIMENTO.Ha degli incontri dalle parti di Padova, la mia provincia, perchè mi piacerebbe incontrarla. A me piacerebbe fare la scrittrice o la giornalista.

    • Cara Valentina, ti ringrazio molto di avermi scritto. Sono felicissima che tu abbia questa passione per la scrittura. Come hai visto, nel libro Voglio fare la scrittrice ci sono molti suggerimenti su come si scrive un racconto e anche su come si inventano i personaggi. Mi è un po’ difficile spiegarlo in due parole su un blog. Senz’altro aiuta la lettura, si impara sempre dagli altri, e poi aiuta la pratica, l’esercizio continuo. Prova intanto a descrivere piccole avventure, episodi che ti sono successi, quello che conosci meglio o che ti è stato raccontato. Insomma, abituati a registrare i tuoi pensieri, le tue considerazioni e le tue osservazioni. Quanto a incontrarmi, per il momento Padova non è in calendario, ma io sono disponibile a incontrare i ragazzi nelle scuole e nelle biblioteche che ne fanno richiesta e che svolgano un buon progetto lettura con i giovanissimi. Quindi, tieni d’occhio il calendario degli appuntamenti: chissà…
      Un abbraccio!

  28. faccio michele ha detto:

    salve, sono un papà di una “bambina di 11 anni” che, volendo leggere qualcosa di leggero (non sono un lettore accanito), ho preso in prestito dalla mensola di mia figlia un libro regalato da mia cognata. s’intitola “la linea del traguardo”. melo sono bevuto in pochi giorni!
    io non conoscevo la sua esistenza e la vasta scelta di titoli e così sono andato alla fnac di verona dove però ho trovato “solo” il suo ultimo lavoro, specchio specchio, oltre il suddetto. mi sono già bevuto anche questo!
    adesso dovrò trovare qualche altro suo titolo… anche perché, devo dire la verità, quest’ultimo non mi ha preso come il primo che ho letto… comunque devo trovarne un’altro!!
    complimenti e saluti

    • Gentile Michele, la ringrazio per il suo commento. Credo che, per un papà, un libro adatto sia “Il vento di Santiago”, uno dei romanzi più amati dagli adulti. Mi spiace che non abbia trovato i libri, ma credo che ci siano problemi di distribuzione con Fnac. Sono sicura che i miei libri, a Verona, li possa trovare tutti alla Libreria Jolly, dove i librai Claudio e Roberta da più di dieci anni organizzano nelle scuole e nelle biblioteche letture sui miei testi, e incontri (anche quest’anno sarò a Verona ad aprile per le “Libriadi”). Grazie ancora, per me i lettori appassionati sono una grande spinta a proseguire in un lavoro sempre più complicato in un paese di non lettori e con un’editoria purtroppo soggetta ad un marketing rozzo. Un abbraccio.
      Paola

  29. chiaraparis ha detto:

    ciao sono ancora chiara
    mi e venuta un’ idea
    secondo me puoi fare dei booktrail dei tuoi libri
    ci sono molte persone che vedendo i booktrail leggono il libro perche siincuriosiscono, ma sicuramente ci sono anche persone,come me, che dopo aver letto il libro gli viene voglia di guardare il booktrail.
    secondo me sarebbero simpatici a me piacerebbero molto i booktrailer di voglio fare la scrittrice e voglio fare la giornalista
    secondo me potresti provarci
    una delle tue piu grandi fan
    chiara

    • Ottima idea, ma dovrebbe pensarci la casa editrice, magari con la tua proposta possiamo convincere i boss…
      Baci.
      Paola

  30. Fabio Dutto ha detto:

    Gentile Paola come posso fare per contattarLa?

  31. Eleanna Ciampolini ha detto:

    Buona sera Paola
    mi chiamo Eleanna e da pochi mesi (20 ottobre 2012) ho aperto una libreria indipendente,Il mondo di Alice, ad Agliana(PT),paese di cui sono il sindaco dal 2009. Sto cercando di caratterizzare la libreria come punto di ritrovo per bambini\e r ragazzi\e con varie iniziative tra cui presentazioni di libri rivolti a loro. L’altro giorno mi è capitato di leggere il suo ultimo (almeno penso )libro SPECCHIO SPECCHIO trovandolo di facile lettura, divertente e al contempo con temi importanti da trattare con i nostri adolescenti.
    Mi farebbe molto piacere se potesse venire un pomeriggio a presentare il suo libro e a fare una chiaccherata sull’essere giovani oggi .

    Eleanna

  32. stefano ha detto:

    Buonasera,
    Mi chiamo Vietti Stefano e ricopro l’incarico di Presidente della Commissione Biblioteca di Palazzolo sull’Oglio (BS). Nell’ambito di una serie di iniziative culturali programmate per la primavera (aprile-maggio), desidererei invitarLa ad intervenire presso la biblioteca comunale per un’incontro pomeridiano aperto a ragazzi – soprattutto – e adulti .
    Qualora Lei potesse accettare il mio invito, provvederemo a concordare tema e modalità del Suo intervento. Le chiedo cortesemente di indicarmi le eventuali date disponibili ed il Suo compenso.
    Ringraziandola per l’attenzione, Le porgo cordiali saluti.
    stevietti@libero.it

  33. Gabriele ha detto:

    Ciao Paola,
    complimenti per il blog e per il tuo ultimo libro. Apprezzo molto il tuo modo “anticonvenzionale” di narrare e mi emoziona leggerti.
    Sei fantastica! Continua così.

    Non sono d accordo, invece, con la condanna a Pistorius non che sia un angelo ma voglio vederci chiaro e ancora non ci riesco anche se tutti dicono che va condannato e sono contro l’uso di armi è una vicenda che mi ha colpito molto come mi successe anche l’anno scorso con la strage durante la prima di Batman, ho visto Elephant più volte e c’è sempre una parte di me che non riesce a capire, i miei familiari sviano il discorso con la condanna ma a me non basta. Nel tuo articolo ho trovato un discorso ben fatto e anche se non lo condivido mi è servito per capire meglio, col tempo mi riservo di valutare l’epis-odio. Ah poi non mi è piaciuto Moonrise Sunshine sono andato a vederlo sull’onda dell’entusiasmo dopo aver letto il tuo articolo (mi interessa molto il rapporto genitori-figli), ma mi ha deluso, l’ho trovato troppo inverosimile e “un inutile dimostrazione di bravura”.
    Queste discordanze con il mio modo di vedere il mondo mi fanno apprezzare forse ancor più il tuo modo asciutto di scrivere e la tua forza nel prendere posizione.
    Grazie.

    • Caro Gabriele, ti ringrazio tantissimo per il messaggio. Mi pare più che giusto che le persone esprimano discordanze, quello che faccio nel mio blog è scrivere in piena libertà intellettuale, e spero che soprattutto i giovani lettori che mi seguono apprezzino e siano incoraggiati a fare altrettanto. La letteratura, il cinema, non sono spazi di manipolazione o di propaganda, ma da sempre spazi per la libera discussione, stimoli per la conoscenza.Perciò sono molto contenta della tua riflessione. Grazie e a presto! Paola

  34. faccio michele ha detto:

    Salve signora Paola, sono ancora Michele. Ho cercato su google libri le trame dei suoi lavori e mi ha incuriosito il titolo: Sopra l’acqua sotto il cielo. L’ho cercato nelle librerie più importanti della mia città, (non ho visitato i suoi amici della Libreria Jolly) e non l’ho trovato. Tutti mi hanno detto che però potevo ordinarlo, cosa che ho fatto in una cartolibreria di S.Martino b.a di Verona, e in pochi giorni me l’hanno procurato. Interessanti gli argomenti trattati, mi affascina come lei riesce a raccontarli parlando, pensando come se fosse veramente il protagonista a raccontare, con la sua semplicità dei suoi pochi anni, nel suo tempo, con i suoi sentimenti.
    Ancora complimenti e la saluto.

  35. Gentile Paola
    Siamo le bibliotecarie della civica di Biassono, un paese della Brianza. Il 2013 è un anno ricco di anniversari per la nostra biblioteca:
    -nell’autunno 1973 è stata inaugurata la sede della neonata biblioteca ( in un’ala della settecentesca Villa Verri, sede municipale)
    – nel febbraio 2003 è stata inaugurata la nuova sede (ampliamento di quella precedente)
    – nell’autunno 2008 abbiamo aderito al progetto nazionale “Nati per leggere”.
    Per festeggiare il “compleanno” della biblioteca abbiamo programmato una serie di iniziative rivolte ai nostri utenti, le persone che nel corso degli anni ci hanno aiutato a crescere e migliorare i servizi.
    Ci piacerebbe molto fare un regalo ai nostri piccoli lettori. Abbiamo pensato che sarebbe bello se potessero ricevere un “saluto” dagli scrittori e dagli illustratori che amano, quelli con cui trascorrono i pomeriggi e che li accompagnano alla buonanotte.
    Per questo motivo le chiediamo, se le è possibile, di dedicare loro un pensiero o un disegno.
    Sarebbe magnifico se fosse autografato, in modo che ci sia possibile riprodurlo su segnalibri e cartoline…
    Abbiamo osato troppo?
    Confidando in un riscontro positivo, speriamo nella sua gentilezza/pazienza e rimaniamo in attesa di leggere il suo prossimo libro.

    Grazie !
    Le bibliotecarie
    Elena Maria Gatti, Rossana Gatti, Maria Pia Minniti e Chiara Elli

    Biblioteca Civica
    Via San Martino 9
    20853 Biassono (MB)
    Tel. 0392201075
    biassono@brianzabiblioteche.it

    @bibliobiassono
    https://www.facebook.com/#!/pages/Biblioteca-Civica-Biassono/425753974112322?fref=ts

  36. Carissima Paola,
    chi ti scrive sono due libraie, Barbara e Tiziana, più una supporter esterna Alessandra.
    Tre donne che si occupano di dare al Paese una chance culturale, soprattutto in tempi bui come questo.
    Ti scriviamo perché amiamo i tuoi libri e ci piacerebbe che venissi proprio tu a presentarli e a parlarne ai nostri ragazzi.
    Saresti disponibile a raggiungerci a Bastia Umbra (a 5 min di macchina da Assisi- Pg) per il
    prossimo anno scolastico?
    Il periodo è indicativamente quello che va da febbraio a maggio del 2014.
    Ci serve la tua disponibilità di massima per poter prendere accordi con le docenti interessate e inserire l’incontro nell’ambito di un progetto lettura che inizia a ottobre, con l’acquisto del tuo libro.
    Siamo piene di entusiasmo e cerchiamo di contagiarne, come un virus benefico, sempre più insegnanti di ogni ordine e grado, ma siccome dobbiamo fare i conti anche con le tasche, vorremmo sapere se e quanto dobbiamo mettere in conto per averti con noi.
    Aiutaci a diffondere tra i giovani il piacere di leggere. Noi ce la stiamo mettendo tutta!
    Un caro abbraccio
    Barbara, Tiziana e Alessandra

    • Grazie mille per il messaggio, vi rispondo alla mail privata. Bravissime!
      Ciao
      Paola

  37. Gentile Paola, chiedo scusa se scrivo qui ma non sono riuscito a trovare altro indirizzo oltre a quello che mi aveva passato la collega Martina Sola (Biblioteca Spinea-VE) ma che mi sa non è più attivo.
    Da circa un anno ho avviato per la biblioteca un “biblioblog” che raccoglie interviste sulla lettura a scrittori, giornalisti, artisti e operatori culturali. Dieci semplici domande (qui può vedere le interviste pubblicate sino ad oggi: http://lettoedetto.wordpress.com/ ). Se Le va di partecipare mi scriva a mediateca@biblioteca-spinea.it e le invierò l’invito con le domande. Grazie.
    Marino Marini

  38. Valentina ha detto:

    Gentile Paola Zannoner, con la presente le vorrei chiedere se è interessata ad incontrare la mia classe di III media dopo la lettura del suo libro “A PIEDI NUDI, A CUORE APERTO”. Se fosse così gentile da rispondermi via mail le darei maggiori informazioni. Grazie di cuore.

    Valentina

  39. Lorenza Volpi ha detto:

    Gentile Paola Zannoner vorrei chiederle se mi può inviare i pdf del libro “percorsi di lettura”. Ho infatti visto sul blog che è disponibile a condividerlo. La ringrazio anticipatamente e sottolineo che trovo quest’opera un prezioso strumento operativo. Grazie Lorenza

  40. Buongiorno,
    da diversi anni organizzo in sicilia degli incontri con l’autore nelle scuole, mi piacerebbe molto avere la possibilità di spiegarle il progetto nel dettaglio e di invitarla
    A presto
    Daniele

  41. Ho provato a scriverle personalmente al suo indirizzo mail, ma è tornata inidetro. Mi lascia un recapito mail, perfavore? Grazie! Paola

  42. Hello Paola

    Someone from your long ago past.

    On Christmas Day, on the CBS Morning TV Show in the US, Italian actor Pierfrancesco Favino took Charlie Rose on a tour of Roma on Vespas. That segment triggered a very special memory. In 1976, I met you at the Uffizi Gallery, we talked, you took me home to meet and have dinner with your mother and Cristina, and then you took me out on your motor scooter to see Firenze by night. I’ve traveled the world during the subsequent 37 years, but that day and night stand out as one of my most special travel memories.

    If you could share your email address, I can forward two very old photos of you and Cristina from that day. Who could have imagined that one day there would be a way to reconnect almost 40 years later!

    Happy Holidays!

    Steve Fetter

    (My life since then can be traced through my business website: http://www.regunf.com).

  43. Elena Sofia Gelmi ha detto:

    Cara Paola, mi chiamo Elena, ho dodici anni e tu sei la mia scrittrice preferita. Ho letto, dei tuoi romanzi: “Voglio fare la scrittrice”, “La linea del traguardo” e “Io, la danza, le amiche e papà”. Il mio preferito è “Voglio fare la scrittrice”. Infatti io da grande voglio fare la scrittrice. Per ora ho scritto dei racconti che ho anche letto alla mia prof di lettere. Ti stimo molto, la tua Elena

    p.s.
    Mi scrivi sul mio indirizzo email: elena.sofia2001@email.it, per piacere?

    CIAO!!!

  44. Elena Sofia Gelmi ha detto:

    grazie mille
    ELENA

  45. Elena Sofia ha detto:

    Ciao Paola, sto finendo di leggere “Io, la danza, le amiche e papà” e lo trovo favoloso. Ti faccio tutti i complimenti immaginabili, grazie anche di tutti i tuoi appassionanti libri. Ma come fai a trovare tanta ispirazione? Ancora complimenti e un abbraccio da Elena

    • Ciao Elena, rispondo qui perché la tua domanda è quella di molte amiche. L’ispirazione la trovo in mezzo alle persone. Spesso dietro i miei libri ci sono storie vere, come quella di Bianca e del suo papà. Consiglio sempre a chi vuole scrivere e intraprendere questo mestiere di osservare e ascoltare: è uno dei migliori modi per avere buone idee. Ciao!
      Paola

  46. Gaia ha detto:

    Cara Paola, sono una bimba di 7 anni, mi chiamo Gaia e ti ho scritto una lettera che vorrei inviarti. Mi dici per favore come posso fartela avere?

    Ciao!
    Gaia

    • Ciao Gaia,
      ti ho scritto alla tua mail (quella che appare qui sul commento), ciao!
      Paola

  47. Elena Sofia ha detto:

    Grazie mille Paola per il tuo consiglio. Ti è piaciuto il mio racconto (se lo hai letto)?

    • Ti rispondo alla tua mail privata, ma non ho ancora finito di leggere. Ciao!

  48. Elena Sofia ha detto:

    Vabene, Ciao!!

  49. Elena Sofia Gelmi ha detto:

    Cara Paola, scusa il disturbo, ma tu quanto tempo ci metti per scrivere un romanzo?
    Perchè io ne stò scrivendo uno, ma credo sia troppo corto e sono stanca di scrivere racconti.
    Grazie 1000, dalla tua Elena

  50. rborsella ha detto:

    Gent.ma Sig.ra Paola,
    mon credo che questo sia il giusto spazio per inviare il mio messaggio, ma volevo condividere con lei una pubblicazione preziosa edita dal Comune di Urbania in provincia di PU per commemorare il bombardamento di quel piccolo centro abitato, avvenuta il 23 Gennaio del 1944. Si tratta di un libretto realizzato dai ragazzi del Liceo artistico di Urbino, che guidati da un loro stimato docente, si sono documentati e hanno illustrato le parole e i ricordi di chi visse quel terribile giorno.
    Allego il link per visionare e scaricare il pdf del libretto e vorrei tanto sapere cosa ne pensa.

    http://www.comune.urbania.ps.it/images/23GENNAIO/BOMB_fumetto_imp_stampaII.pdf

    Cordialmente
    Rita Borsella

    • Cara Rita,
      ho scaricato il pdf e ho dato una prima occhiata: bellissimo! Complimenti, le tavole sono veramente di grande intensità. Mi riprometto di leggere meglio questo bel lavoro durante il fine settimana. Intanto grazie mille per avermelo indicato!
      A presto
      Paola

  51. rborsella ha detto:

    Grazie infinite per la sua sempre cortese considerazione. A presto
    Rita

  52. Gabriele ha detto:

    Cara Paola,

    qui a BiblioteCaNova Isolotto la bibliografia Junior marzolina è dedicata a lei e ai suoi libri.

    Fa parte del ciclo “Sei autori in cerca di lettore”.

    Se mi dà un indirizzo di posta elettronica le mando le foto dello scaffale e una copia del libriccino che abbiamo curato.

    A presto,

    Gabriele Ferroni

  53. Mariarosa secchi ha detto:

    Gentile Paola vorrei chiederle se posso avere il PDF “Percorsi di lettura”.
    La ringrazio molto,
    Mari

  54. Elena Sofia Gelmi ha detto:

    Ciao Paola, scusa per il disturbo. Volevo solo dirti che ho pubblicato un libro sul sito “www.ilmiolibro.it”, si chiama L’investigator Scarlatti e altri racconti. Se vuoi puoi leggerne le prime 16 pagine, ma ti sconsiglio di comprarlo perchè è il mio primo vero libro e quindi non è un granchè. Spero che sia di tuo gradimento. Per trovarlo, su “cerca” bisogna scrivere Serenella Chemollo, che è il nome di mia mamma, e da lì poi trovi anche il libro. Un abbraccio, ciao.

  55. Hilary Zaza ha detto:

    Buonasera signora Paola,
    come prima cosa, le porgo gentilmente le mie più sentite scuse per l’orario. Per secondo, la volevo informare che adoro i suoi libri, in particolare “Tutto sta cambiando”, “A piedi nudi, a cuore aperto”, “Voglio fare la scrittrice” e “Voglio fare la giornalista”. Volevo anche riferirle che il penultimo libro citato mi ha suscitato molto interesse perché vorrei diventare una scrittrice. Sto scrivendo un libro e l’ho quasi finito, ma ho paura che sia troppo noioso, brutto e con diversi errori ortografici. Sto aspettando solo di finirlo per correggerli. Ho paura di essere rifiutata. Certo, è il mio primo libro, anzi, MANOSCRITTO, e non è un capolavoro della letteratura italiana. Non sarà uno dei libri di Joanne Rowling (autrice della saga “Harry Potter”) o come Neil Gaiman (autore di “Coraline” e “Stardust”). Questa paura mi invade da quando ho cominciato a scrivere il libro. In mente ho un bel finale, ma ho paura di essere respinta. In fondo, ho solo tredici anni. Scrivere è tutta la mia vita. L’anno prossimo comincerò gli studi presso un liceo classico e spero di specializzarmi in letteratura quando varcherò la porta dell’università. In italiano ho un bel nove, ma il problema è che scrivo troppo. Infatti, ho cominciato a ridurre i miei temi alla Dante Alighieri. E devo dire che sono fiera di me. Ho soltanto quella paura di essere considerata una scrittrice di pessimo grado. Ho in mente di scrivere ben diciotto libri, che tengo appuntati sulle diverse pagine di WordPad. Ne scriverò uno dopo l’altro. Con questo, non ho intenzione di vantarmi, ma solo di riferire che comunque, superato il trauma iniziale del rifiuto, mi terrò pronta per mandare avanti gli altri.
    La prego, signora Paola, non saprei dove sbattere la testa se dovessero rifiutarmi.
    Mi impaurisco al pensiero di ripresentarmi ad una casa editrice per pubblicare un libro dopo che il primo è fallito. Di conseguenza, mi considereranno una senza speranze.
    Però non mi fa male se ci provo di nuovo.
    Cortesemente chiedendo, signora Paola, cosa dovrei fare se dovessero rifiutarlo? Dovrei tentare di nuovo oppure cambiare casa editrice?
    Ho solo tredici anni ma ho tutta la vita per provare.
    La prego, signora Paola, risponda al più presto.
    Distinti saluti,
    Hilary

    • Cara Hilary,
      grazie per il tuo messaggio. Spero che mi scuserai se non me la sento di risponderti pubblicamente. Mi puoi perfavore mandare un indirizzo mail privato a cui scrivere? Grazie mille, ciao. Paola

      • Hilary Zaza ha detto:

        Grazie per aver risposto, signora Paola.
        La mia mail è:
        obscure2@live.it
        Non vedo l’ora di ricevere una sua mail.
        La ringrazio infinitamente.
        Hilary

  56. Ivano ha detto:

    Salve Paola, sono ivano il ragazzo di sara Montalbano. Volevo congratularmi, anche se in ritardo dei premi da lei vinti, e volevo anche dire che la stimo come persona in base a quello letto in questo blog e in base ai racconti di sara
    ivano

  57. Maria Vittoria ha detto:

    Gentilissima Paola, sono un’insegnante di scuola media e Presidente della Commissione Pari opportunità del Comune nel quale risiedo. Le scrivo per sapere se potesse intervenire ad un evento che stiamo preparando per la GIORNATA DELLA DISABILTA’, rivolto agli alunni di 3° media ( i miei alunni hanno letto “LA LINEA DEL TRAGUARDO”). La data prevista sarebbe il 1 Dicembre avremmo atleti paralipici , membri del CIP e FINP Toscana. Se possibile Le chiedo di contattarmi al più presto. GRAZIE!!!!! Maria Vittoria

  58. valentina ha detto:

    Salve, mi chiamo Valentina e ho 13 anni. Ho scoperto i suoi libri da poco, e vedo che lei non risponde più da molto tempo su questo blog perciò non so se riuscirá a rispondermi , ma io provo comunque perchè mi piacerebbe tantissimo ricevere una sua risposta.Inizialmente ho comprato i suoi libri ” voglio fare la scrittrice ” e ” voglio fare la giornalista” perchè la trama mi piaceva molto, poi ho iniziato a leggerli e sonodiventatoi per me come dei compagni di viaggio ( mi hanno aiutata molto anche nella mia scelta del liceo) e in seguito quando è uscito l ultimo sono rimasta colpita perchè tutti e tre sono bellissimi e unici e sicuramente molto istruttivi. Lei è senza dubbio la mia scrittrice preferita. Vorrei che lei mi desse la sua email personale , se è possibile, perché vorrei poterle chiedere qualche cosa in merito ai suoi libri in privato. Spero che mi risponderá
    A presto.
    La sua grande ammiratrice Valentina

    • valentina ha detto:

      Comunque la mia email è vale.zene@gmail.com se lei potesse scrivermi ne sarei davvero onorata.
      ps: sono sempre la ragazza del commento sopra♡

  59. rita ha detto:

    Quando i ragazzini si divertono creando con passione un prodotto seppur semplice, io sono profondamente felice, poichè questo è un segnale che mi fa sperare in una rinascita della nostra potente, ma sovente spenta gioventù.
    In qualità di sua profonda ammiratrice e vista la sua sempre spiccata sensibilità la invito a vedere il video che le segnalo sopra, pubblicato su youtube da un piccolo gruppo di studenti urbinati quattordicenni dei quali, con orgoglio, anche mio figlio fa parte. Non è tanto la vanità di mamma che mi spinge a rendere a lei noto il piccolo filmato prodotto, quanto la felicità di vedere il proprio figlio, e non solo, appassionato in un sano modo di crescere e riflettere.
    Ringraziandola per la sua sempre cortese e preziosa attenzione colgo l’occasione per augurarle un Sereno 2015-

    Rita Borsella

  60. cristina ha detto:

    salve, vorrei sapere perché non si trova più il libro intitolato “quel giorno pioveva”.
    E’ possibile reperirlo in qualche modo, anche usato?
    grazie
    Cristina

    • Salve Cristina. Il libretto è uscito diversi anni fa in una collana che è stata chiusa (Shorts Mondadori), ma il racconto lo trovi nell’antologia “Sopra l’acqua sotto il cielo”, sempre Mondadori. Prova a guardare on line oppure in biblioteca. Grazie, ciao. Paola

  61. cristina ha detto:

    preso!!! grazie 1000.
    ci è stato detto che a settembre verrà nella nostra scuola media a Castelfranco di sotto, i ragazzi stanno appunto acquistando i suoi libri come lettura estiva e non vedono l’ ora di incontrarla e di farle autografare le copie scelte.
    A presto
    Cristina

  62. Cara Paola (se posso chiamarti cosi),sono una studentessa del liceo Classico,tempo fa una mia amico mi consigliò “voglio fare la scrittrice”,é il titolo mi aveva incuriosita,dato che in quel momento Volevo provare a scrivere un romanzo😅. Scrivere mi piace molto,da sempre,I temi in classe sono la verifica che preferisco. É da tempo però che Volevo fare la giornalista,e guarda caso esce il suo libro”voglio fare la giornalista”. Leggendolo io mi sono ritrovata in Mia, ilcarattere abbastanza acido,ma simpatico,che perde un po di volte la pazienza,insomnia sono io quella RAGAZZA,che se vuole sa essere romantica,e Molte volte rischia du rovinare tutto con il suo egocentrismo,e la sua va it’s difficult cui a volte non Si rende conto. La mia passions per il giornalismo non é passeggiera e non sono troppo piccola,come sostiene Mia,quindi come sostiene lei,quindi é quasi come se lei mi capisse. Per concludere,Anche io faro una vacanza studio a Londra. Credo lei sia molto brava ad arrivare ai giovani,e mi sarebbe piaciuto incontrarla,sono di Pistoia ma non fa incontri a Firenze,e non so il suo indirizzo,(Certo non posso fare la stalker)quindi vorrei fare in po di correspondenza a con lei,ho diverse domande sul libro e Sulla trama. Mi dicta lei come Potremmo fare,se lei ne ha voglia Certo. Mi piacerebbe molto. Arrivederci, Аιεssαиdяα😊

  63. Martina ha detto:

    Salve Paola (se posso permettermi di chiamarla così) volevo solamente dirle che ho appena terminato di leggere l’ultimo anello della serie di Mia ,voglio fare l’innamorata e a dir la verità l’ho trovato stupendo come le altre due storie della serie “Voglio fare…” non vedo l’ora che esca il prossimo e quindi se mi potesse dare un’anticipazione gliene sarei molto grata. Detto questo volevo anche chiederle se potesse fare una visita alla scuola secondaria di primo grado Benedetto Croce (pescara) ah dimenticavo mi chiamo martina e quest’anno farò la 3 media.
    La ringrazio per la compagnia che mi offre scrivendo i suoi meravigliosi libri.
    Un ultima cosa potrebbe consigliarmi qualche altro libro scritto da lei per una ragazza di 13 anni come me?

    La ringrazio ulteriormente distinti saluti
    Martina Marinaccio

    • Ciao Martina, grazie mille del tuo messaggio! Scusa il ritardo, ma in questi giorni sono stata molto presa. Ti dirò che per il momento non ho pensato a un proseguimento della trilogia di Mia, ma… vedremo! Nel frattempo ho scritto altri romanzi, e a ottobre uscirà quello nuovo: #ungiornocincontriamo, scritto proprio così. Storia di un amore a distanza in chat… Se nel frattempo vuoi leggere qualcos’altro della Zannoner, be’, ci sarebbe “A piedi nudi a cuore aperto” nella nuova edizione De Agostini. Poi, certo ti consiglierei di leggere “Orgoglio e pregiudizio” di Jane Austen, visto che ora la conosci grazie a Mia. Inoltre ti conisglio due libri di due amiche: “Una sottile linea rosa” di Annalisa Strada e “Nata sotto il segno dell’amore” di Loredana Frescura. Poi fammi sapere che ne pensi! Ciao!

      • Martina ha detto:

        Grazie mille per il suo consiglio signora paola, credo che leggerò “A piedi nudi a cuore aperto ” e inoltre aspetterò l’uscita del suo nuovo libro. Nel mio scorso commento mi sono dimenticata di svelarle il mio sogno nel cassetto, fare la scrittrice come Mia, e con ciò volevo chiederle dei consigli come ad esempio dovrei scegliere il liceo classico per realizzare il mio sogno? Inoltre esistono corsi di scrittura per migliorare? Secondo lei dovrei già iniziare a scrivere “un mio libro” o meglio una mia storia? Mi scusi le numerose domande ma sono molto curiosa grazie mille in anticipo
        Martina

  64. Ciao Martina, non riesco a trovare la tua mail, altrimenti ti avrei risposto in privato. Sono più che felice di ricevere messaggi da ragazze come te che vogliono intraprendere questo mestiere affascinante e di grande impegno. Per quanto riguarda la scelta della scuola, ti consiglio di informarti su quella che si adatta meglio a te e alle tue inclinazioni. Molti scrittori oggi provengono da campi di studio vari, non necessariamente il liceo classico, anche se è una scuola che dà una ferrea preparazione (io l’ho frequentato, pur con grande sofferenza, ma erano altri tempi, spero). Per i giovani come te non ci sono corsi di scrittura, perché si suppone che a scuola facciate giù esercizio. Anche perché la base è leggere molto, leggere di tutto. Ci sono però concorsi a cui puoi partecipare se vuoi, magari partendo con un racconto. Scrivere è un allenamento, quindi è meglio non trascurarlo! Armati anche di pazienza, perché ci vorrà tempo e disciplina. Conosco un solo scrittore che ha scritto un libro a 15 anni e ha avuto un grande successo: Cristopher Paolini con Eragon, ma appunto è un caso e aggiungo americano. La narrativa ha bisogno di immaginazione, storie, ma anche un po’ di esperienza e molto studio. Grazie ancora di avermi scritto! Ciao!

    • Federica Landi ha detto:

      Salve Paola,
      sono Federica , ho 13 anni e a settembre inizierò il liceo classico (ne sono entusiasta). Ho un grande sogno :fare la scrittrice !!! La mia è una passione innata perché scrivere fa parte di me e senza la scrittura io sono solo una tredicenne che agita una penna desiderosa di dare a dei fogli bianchi un significato. Sono due anni ormai che mi cimento nella stesura di un libro e ogni giorno cerco di arricchirlo sempre di più con idee nuove, maturando la speranza di una futura pubblicazione. Scrivendo io non cerco successo e notorietà, io scrivendo entro in contatto con il mio mondo , che mi permette di essere me stessa.
      Arrivo al punto: quest’anno ho partecipato ad un concorso letterario che purtroppo non è andato a buon fine . Sicuramente ci riproverò l’anno prossimo ma nel frattempo sto cercando di capire dove ho sbagliato… anche la mia professoressa di italiano mi ha confessato che quel che ho scritto è davvero molto bello ma che forse non rientrava in ciò che era richiesto nel concorso “il mio sogno” ! Mi piacerebbe moltissimo che lei leggesse ciò che ho scritto , in quanto sarebbe di vitale importanza per me ricevere un parere da una scrittrice del suo calibro . Se avrà il tempo di avverare questo mio desiderio, sarebbe davvero fantastico! In ogni caso ecco la mia e mail : federicalandi22@gmail.com
      Distinti saluti
      Federica Landi

  65. Camilla ha detto:

    Ciao Paola,
    sono una giovane ragazza di nome Camilla che avrebbe bisogno di dirle un paio di cosine.
    Intanto voglio sottolineare che avrei preferito mandarle una mail che lasciarle un commento qua, avendo paura che risulti troppo lungo, ma in ogni caso questo è stato l’unico modo che ho trovato per contattarla.
    Le scrivo questa “lettera” per ringraziarla per tutto quello che ha fatto per me, anche se involontariamente.
    Ormai è passato qualche anno da quando ho letto i suoi libri, ma avendo riletto recentemente “voglio fare la scrittrice” ho avuto il bisogno di scriverle.
    Voglio ringraziarla perché con i suoi romanzi mi ha avvicinato alla lettura e mi ha fatto amare questo mondo. Grazie a lei ho scoperto scrittori come J.K. Rowling, Tolkien, Jane Austen.
    Ho trovato un mondo intero dietro a questi testi, e il merito è solo suo.
    Non voglio dilungarmi troppo, aggiungo solo un paio di cose.
    In anzi tutto ci tengo a dirle che il mio sogno sarebbe fare la scrittrice e vorrei chiederle se ha qualche consiglio da darmi su questo.
    In oltre volevo dirle che fra un paio di settimane inizierò il liceo classico Michelangelo di firenze, e ne sono davvero orgogliosa.
    Grazie ancora di tutto.
    Cordiali saluti,
    Camilla.

  66. Salve Paola,
    Sono una 13enne che divora i libri. Sul serio, penso che non ci sia niente di meglio ( infatti ho anche un sito, volandoconilibri.wordpress.com) ! E devo dirle che i suoi li ho proprio adorati. Ha uno stile fantastico, e le sue storie ancor di più. Mi è piaciuta più di tutte la serie di Mia, perchè anch’io condivido pienamente il sogno di diventare scrittrice o giornalista. Cosa ci potrà mai essere di meglio che il donare sogni attraverso le parole scritte su carta?
    Io, che ho continuatamente nuove idee per libri ( e che mi cimento subito a scrivere, anche se non ritengo pronti ad essere pubblicati) seguo SEMPRE le regole per la scrittura che ha seminato nei libri di Mia.
    Posso chiederle una cosa? Che metodo usa per scrivere? Scusi, ma ci tengo molto ad avere il parere degli “esperti” 🙂
    La saluto…e grazie per il suo tempo. 🙂

    • Ciao Sofia, grazie per avermi scritto questa bellissima lettera! Se mi dai il permesso la condivido su Fb, perché la domanda che mi fai credo sia utile a altre ragazze che amano i libri come te. In questi giorni sono un po’ presa, ti risponderò domenica, quando rientro dal Festival Bookcity di Milano. Intanto aspetto il tuo permesso, grazie ancora! Ciao

      • Grazie a lei!
        Sono onorata! Ma certo che le do il permesso, ci mancherebbe altro. Attendo la risposta!
        Ciao!

  67. Noemi g ha detto:

    Cara Paola Zannoner,
    io mi chiamo Noemi e ho 10 anni. Adoro i suoi libri anche se, per ora, ne ho letti solo tre.
    Io da grande vorrei fare la scrittrice…e ora sto scrivendo un libro e mi piacerebbe tanto farglielo leggere, o almeno, il primo pezzo perché l’ho appena iniziato. Mi piacerebbe tanto incontrarla e farmi autografare da lei uno dei suoi libri. Vorrei tanto che mi desse dei consigli per il mio libro che spero un giorno potrò farle leggere.
    Grazie mille, Noemi.

  68. Giraudo noemi ha detto:

    Cara Paola Zannoner,
    Mi chiamo Noemi e ho 10 anni.
    Mi piacciono un sacco i suoi libri anche se x ora ne ho letti solamente tre.
    Da grande vorrei fare la scrittrice e mi piacerebbe incontrarla per farmi autografare uno dei suoi libri.
    Vorrei tanto farle leggere il libro che sto scrivendo anche se lo ho appena iniziato e magari avere qualche suo prezioso consiglio.
    Grazie Noemi.

    • Ciao Noemi, grazie per avermi scritto, sei molto gentile! Spero anch’io di poterti incontrare. Vado in molte scuole e librerie italiane, quindi chissà che capiti dalle tue parti… Se vuoi mandarmi il libro, ti invio la mia mail all’indirizzo mail che vedo qui, così puoi scrivermi. A presto! Paola

  69. Giorgia ha detto:

    Cara Paola Zannoner,
    Il mio nome è Giorgia, adoro i suoi libri… Li ho letti tutti almeno un paio di volte, devo dire che ho battuto il record, leggendo Voglio fare la scrittrice, per ben cinque volte!!!!!!! La adoro!!!! Non le mento, se le dico che, senza i suoi libri, non riuscirei davvero a vivere… Mi chiedevo soltanto se avesse voglia di leggere per favore almeno il primo capitolo del libro che sto scrivendo… Capisco, se lei non accetterà questa proposta, ma per me sarebbe davvero importante!!!!!! Saluti Gio❤️

    • Ma che bello! Piccole scrittrici crescono… ti mando la mia mail, ciao!

  70. Cinzia ha detto:

    Buon giorno dott.ssa Zannoner, non so se ha ricevuto la mia richiesta di invio del suo libro “Come si costruisce un percorso di lettura” in pdf. Sto elaborando la mia tesi di laurea e l’argomento riguarda la lettura per bambini e ragazzi di fiabe classiche, in particolare Cenerentola e le sue varie versioni.
    Grazie mille!
    Cinzia

  71. Buongiorno, ho letto il suo libro “la settima strega” e mi è piaciuto parecchio! Nel 2010 ci incrociammo alla libreria Edison di Firenze, lei era con Alessandro Gelso, che era venuto a Firenze per la presentazione del libro da me illustrato “i 100 geni che hanno cambiato il mondo”. In quell’occasione non avevo ancora letto i suoi libri, e non so comunque se si ricorda di me. Comunque sia, mi piacerebbe sapere cosa ne pensa delle mie illustrazioni: questo è il mio blog > http://itinabit.blogspot.it c’è un po’ di tutto ma anche i miei disegni. grazie. buona giornata

    • Salve Marco, scusa il ritardo ma sono in montagna per qualche giorno. Ti ringrazio per il commento positivo. Mi ricordo di essere venuta alla ex Edison per un libro che Alessandro aveva curato e che spero sia andato bene. Purtroppo non ricordo molto bene, eravate in tre o quattro, giusto? Ho però dato un’occhiata al tuo blog e ti faccio i miei complimenti per le illustrazioni. Non so se hai dato un’occhiata anche alla pagina Fb, che seguo di più. Se ti fa pacere, possiamo restare in contatto. A presto! Paola

      • non sopporto i social network, mi sembrano degli aspira-tutto delle coscienze… ma mi piacerebbe illustrare un suo libro!

      • Più che aspiratutto sono il trionfo dell’io, ma oggi bisogna anche usare questi mezzi di informazione e comunicazione. Anch’io avevo quest’idea, ma Fb e il blog mi permettono di farmi raggiungere da molte persone, che altrimenti dovrebbero chiedere agli editori o ai librai, per sentirsi dire che “non sono autorizzati”. Invece io sono qua e mi può scrivere chiunque, benvenuto e mai respinto! Sull’illustrazione potrei fare anche un post, perché è un tema interessante. Tu sai meglio di me che sono gli editori a scegliere chi illustra i libri e anche le copertine. Sono riuscita una volta soltanto a ottenere un’illustratrice che mi sembrava adatta alla banda delle ragazzine, cioè Linda Cavallini. Mi è andata bene perché in Giunti sono stati d’accordo, Linda ha fatto molti lavori con la redazione ragazzi. Mi fa piacere perciò che tu mi abbia scritto e ricordato il tuo lavoro, perché si può sempre provare. A presto e che il bisestile sia l’anno del libro!

  72. Sara ha detto:

    Ciao Paola ,sono Sara,una studentessa di prima media appassionata dai suoi libri .Tra le pagine dei suoi libri riesco ad assaporare molte emozioni.Sono una sua grande ammiratrice,amo scrivere ,e spero di incontrarla un giorno.Cordiali saluti.

    • Grazie Sara! L’anno nuovo comincia proprio bene con le tue parole affettuose! Segui le date dei miei viaggi, magari passo dalle tue parti o vengo nella tua scuola, chissà! Un abbraccio. Paola

  73. isotta ha detto:

    Buonasera. il mio nome è Isotta e ho 13 anni, ma a settembre ne compirò quattordici e andrò a fare il classico. volevo congratularmi con lei per il suo romanzo “Il segreto delle stelle bianche”. trovo non solo che sia meraviglioso ma che sia molto commovente, infatta mi sono ritrovata con le lacrime che mi rigavano le guance più di una volta soprattutto alla fine. inoltre è ricco di suspanse perchè più di una volta viene nominata la notte delle stelle bianche e continuavo a chiedermi “ma cos’è qusta notte delle stelle bianche? Cos’è successo? perchè ha fatto perdere le parole a Ness?” la curiosità mi divorava e mi spingeva a leggere sempre con più foga, entrando sempre di più nel libro. alla fine lo ho portato anche a scuola e durante la ricreazione mi piazzavo in un angolino e mi perdevo nelle aprole stampate nel libro. in un attimo non ero più in questo mondo, ma bensì in un altro più avvincente. mi isolavo e viaggiavo con mente nel bosco dei cento acri. in uno sbatter di ciglia ero accanto a Carey e Jenesse e potevo quasi sentire le note che uscivano dal violino di Carey e potevo vedere il fiume scintillare sotto il sole. il libro ti fa “entrare” dentro di esso da quanto bene è scritto e mentre leggevo tutte le immmagini mi volavano davanti agli occhi quasi stessi guardando un film. A me da grande piacerebbe molto fare la scrittrice e già adesso sto provando a scrivere un libro e non mi pare stia venendo male, si intitola “Parole d’inchistro”. spero di poterlo far publicare appena finito e spero da grande di essere una scrittrice brava come lei e spero di avere anche abbstanza tempo visto che spero di diventare anche una veterinaria. grazie. buona giornata.

    • Cara Isotta, grazie per avermi scritto, ma temo che tu abbia sbagliato autrice! Io non ho scritto Il segreto delle stelle bianche, forse è meglio se controlli il nome dell’autore e invii questa bella lettera a chi di dovere, ne sarà molto contento/a! Un caro saluto.

  74. Elena ha detto:

    Cara Paola, il mio nome è Elena, ho 10 anni e ti scrivo per sapere se eventualmente facessi incontri e/o laboratori a Roma. Mi piacerebbe tanto conoscerti perché sono una lettrice, diciamo pure sfegatata, di tutti i tuoi grandi successi per ragazzi. Ti prego, rispondimi presto!!!

  75. Elena ha detto:

    Buongiorno, sono una bambina di dieci anni e le volevo scrivere se eventualmente in questi giorni lei facesse qualche incontro a Roma per parlare dei libri per ragazzi, tipo le saghe de La banda delle ragazzine o di Mia, che sono le mie preferite. Sarei felice se lei mi rispondesse in un paio di giorni. Grazie.

    • Ciao Elena, grazie di avermi scritto! Tra poco uscirà una nuova avventura della Banda, si intitola “Una magia spaventosa” e spero che ti piaccia! Quest’anno sarò a Monterotondo, non lontano da Roma, per un incontro con i ragazzi delle scuole medie. In città non ho appuntamenti, lo scorso anno sono stata nella Libreria I Granai e nella scuola non lontana dalla libreria. Non dipende da me, ma dalle richieste che mi arrivano. Prova a lanciare l’idea alla tua maestra, che potrebbe mettersi d’accordo con una libreria. Perché no? A volte sono i bambini e i ragazzi a fare da ponte: mi è successo a Potenza, dove una bambina voleva tanto incontrarmi e ha spinto i grandi a darsi da fare… Per ora grazie infinite. Ti mando una caloroso abbraccio!

  76. Buongiorno, sono un’insegnante di scuola secondaria di secondo grado di Cuneo, in Pieonte. Mi piacerebbe far fare ai ragazzi un laboratorio di scrittura o anche solo invitarla una mattina a parlare con loro (immaginerei una 1° superiore. Ci sarebbe la possibilità?
    Mi interesserebbe anche ricevere “Comecostruire un pecorso di lettura”. La ringrazio e le auguro una buona giornata, Alessandra Gondolo

  77. Serenella ha detto:

    Buongiorno, volevo chiedere un’informazione: il libro “Matilde la ribelle” è lo stesso di “Fuga da Napoli”?

    • Sì, è lo stesso, è stato cambiato il titolo dall’editore che lo ha ripubblicato qualche anno fa. Fu fatto anche qualche intervento, ma sostanzialmente la storia è la stessa.
      Scusa se rispondo in ritardo, ma uso molto di più Fb.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: